WatchTrotter | IWC Big Pilot 5002
Un’icona. Il Big Pilot è uno degli orologi più affascinanti prodotti negli ultimi due decenni e rappresenta un must-have per tutti i collezionisti e appassionati di orologi.
Big Pilot 5002, B-Uhren, Santoni Strap, Schaffhausen, IWC, IWC big pilot, IWC recensione
270
post-template-default,single,single-post,postid-270,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,paspartu_enabled,menu-animation-underline
 

IWC BIG PILOT 5002

IWC BIG PILOT 5002

ICONA DELL’AVIAZIONE

Per comprendere a fondo questo orologio dobbiamo fare un salto nel passato e precisamente negli anni della seconda guerra mondiale.

LE ORIGINI

Nel 1935 Hitler rilevò al mondo la Luftwaffe, storica aviazione militare tedesca capitana da Hermann Göring. Il governo tedesco studiò uno strumento da polso dotato di precise caratteristiche tecniche per aiutare gli ufficiali di volo durante le missioni aeree. Il progetto prese il nome di Beobachtungs-uhren, che letteralmente significa orologi da osservazioni. Questo è un aspetto molto importante, in quanto i B-Urhen erano destinati ai tecnici di volo e non ai piloti. Gli orologi erano di proprietà della Luftwaffe cosicchè i navigatori ricevevano l’oggetto prima di ciascun volo e lo riconsegnavano a missione terminata. Ho provato a riassumere gli standard dei B-Urhen:

  • dimensioni. Cassa larga 55mm per accogliere il grande movimento a carica manuale tipico degli orologi da tasca. I movimenti più affidabili e precisi dell’epoca erano quelli delle cosiddette cipolle. Dato che era impensabile andare in missione con quel tipo di segnatempo, gli ingegneri del governo decisero di inserire questo ingombrante movimento in un orologio da polso;
  • cassa. Sul lato sinistro della cassa era incisa la scritta FL23883;
  • cinturino. L’orologio doveva essere portato sopra la manica della giacca ed era quindi dotato di un lungo e robusto cinturino in pelle, probabilmente di bufalo;
  • corona. Comunque proporzionata alla cassa, la corona a diamante era di importanti dimensioni per essere maneggiata con i guanti. In questo modo i tecnici di volo potevano facilmente azionare la funzione di arresto dei secondi tirando la corona, oppure settare l’ora secondo le comunicazioni radio dell’osservatorio navale tedesco;
  • movimento. Testato in base agli alti standard cronometrici della “Seewarte” in Amburgo. Scarto massimo +/- 4 secondi al giorno. Per migliorarne la precisione veniva inserita la molla a spirale Breguet e Il calibro doveva essere circondato da un nucleo ferroso per proteggere l’orologio dai campi magnetici;
  • dial. Quadrante rigorosamente nero con grandi numeri bianchi arabi luminescenti di facile lettura anche in assenza di luce;
  • 12. Un triangolo con due puntini a ore 12 per indicare il nord qualora l’orologio fosse utilizzato come bussola. I navigatori seguivano questo procedimento che vi semplifico con un esempio pratico. Supponete che la lancetta dell’ora sia sul 6, quindi puntate il 3 (la metà di 6) verso il sole. Il nord è indicato dal triangolo a ore 12.

 

Vennero scelti dal governo tedesco cinque fabbricanti per la produzione dei B-Uhren, e precisamente quattro tedeschi e uno svizzero. In Germania i fornitori A. Lange & Söhne e Lacher & Company (Laco) utilizzavano movimenti di manifattura tedesca, mentre Wempe e Walter Storz (Stowa) ospitavano calibri svizzeri. Nella vicina Schaffhausen, la sola IWC produceva B-Uhren swiss made.

L’OROLOGIO

IWC 5002

La quintessenza degli orologi militari. Nel 2002 IWC decide di introdurre sul mercato un modello che diventerà presto uno degli oggetti più desiderabili della Maison Di Schaffhausen. A mio avviso il Big Pilot è la più prestigiosa e fedele rappresentazione moderna di B-Uhr. La referenza 5002 resta la più autentica e genuina. Nel corso di questi anni IWC rinnova il modello in due occasioni con il 5004 e con l’ultimo 5009. Entrambi i modelli si differenziano poco dal 5002, tuttavia sono meno rudi e decisamente più eleganti del capostipite, che per questi motivi è ancora il preferito tra i collezionisti. In altre parole, il cinturino Santoni che veste il 5009 è stupendo e di qualità eccelsa, ma contrasta fortemente con l’indole militare del segnatempo.

QUADRANTE

IWC 5002

IWC torna alle origini del mito. Il Dial ripropone il layout originale dei primi B-Uhren Type A (la primissima produzione). Il grande quadrante è studiato per garantire la massima leggibilità in ogni occasione. È pulito, essenziale, di un nero intenso su cui sono disegnati grandi numeri arabi coperti da un materiale bianco luminescente. A ore 12 risalta il triangolo con i due puntini. Appena sotto, troviamo la scritta IWC Schaffhausen nella sua classica posizione. Il contatore della riserva di carica è posizionato ad ore 3. La finestrella della data, caratterizzata da una cornice satinata, è a ore 6 come la piccola scritta Swiss Made. Le lancette di forma tradizionale sono satinate e visibili perfettamente al buio.

CASSA

IWC 5002

La cassa misura 46mm, una dimensione decisamente più ragionevole dei 55mm originali. L’oggetto è comunque imponente ma al polso risulta comodo e di facile portabilità grazie al robusto cinturino in pelle di bufalo provvisto di deployante. Questa chiusura, su cui è incisa in corsivo la scritta “International Watch Company”, è ben disegnata e offre una straordinaria sensazione di sicurezza. Sul fondello, serrato da 8 viti, si legge l’incisione DIE GROSSE FLIEGERUHR e IWC. Sulla grande corona a cipolla è rappresentato il pesciolino con cui IWC indica l’impermeabilità della cassa. Nel complesso l’equilibrio generale delle proporzioni è notevole, malgrado lo spessore di 15mm.

MOVIMENTO

IWC 5002

Il 5002 è mosso dal calibro di manifattura 5011, movimento completamente concepito ed assemblato “in house” da IWC. La riserva di carica è di 7 giorni, per cui l’oggetto ha un’autonomia di marcia di 168 ore a carica completa. La frequenza a 18.000 alternanze (2,5Hz) non è altissima per cui lo spostamento della lancetta dei secondi non è perfettamente fluido e si notano piccolissimi intervalli come sugli orologi più datati.

CONSIDERAZIONI

Un’icona. Il Big Pilot è uno degli orologi più affascinanti prodotti negli ultimi due decenni e rappresenta un must-have per tutti i collezionisti e appassionati di orologi. Non è economico, ammettiamolo. L’attuale referenza 5009 ha un listino di €13.700 e il 5002 si trova sul mercato del secondo polso ad un prezzo non inferiore agli 8/9000€. Ma cosa volete che vi dica? L’emozione che si prova indossando il Big Pilot non ha prezzo. Parola di WatchTrotter!

SPECIFICHE TECNICHE

IWC BIG PILOT (ref. 5002-01)

Calibro di manifattura 5011 con riserva di carica di 7 giorni; cassa in acciaio, Ø 46 mm;  vetro zaffiro; deployant IWC  in acciaio; water-resistant; cinturino pelle di bufalo.

Swiss made

http://www.iwc.com

No Comments

Post a Comment